Posts Tagged 'radice'

Apprendimento naturale Lais in Ticino

Serata dedicata alla presentazione del progetto della Scuola della Montagna e dell’apprendimento naturale secondo il metodo Lais

Mercoledì 30 settembre 2015, alle ore 19.30

Presso la scuola Rudolf Steiner Rivapiana-Locarno, via dei Paoli 36, 6648 Minusio

Scuola della Montagna

Programma della serata:

  • Scuola della montagna – Maturità nella natura

Un progetto di scuola superiore nella natura ispirato dall’insegnamento naturale (Lais) e dalla pedagogia Steineriana che vorrebbe contribuire a fondare un’azienda agricola a Mergoscia. Questo perché attualmente non c’è un’offerta di questo genere in Ticino e perché riteniamo sia importante portare i giovani anche nelle valli, vicini a radici, tradizioni e natura, evitando la centralizzazione e l’omologazione nei centri urbani. È un progetto nascente che accoglie con gioia chi si sente attratto da questa possibilità.

  • Il metodo Lais – metodo di insegnamento basato sull’apprendimento naturale che può essere integrato in ogni genere di scuola.

Informazioni e iscrizioni: julie@lungta.ch

Entrata libera, benvenute le donazioni a favore del progetto nascente.

Annunci

Bhola Nath Banstola

1 Maggio 2015, sedute private con Bhola Nath Banstola, presso il Centro Lungta di Mergoscia. Solo su appuntamento. Prenotatevi, i posti sono limitati…

2-3 Maggio 2015, workshop alla Fabbrica, Losone 

Lo sciamanesimo come pratica spirituale per espandere la propria coscienza e trascendere i limiti della realtà ordinaria

Corso teorico-pratico di sciamanesimo 2° livello condotto dallo sciamano nepalese Bhola Banstola e da Mariarosa Genitrini.

bhola1

Nella nostra pratica tradizionale, lo stato sciamanico o modificato o estatico di coscienza, non viene introdotto dall’uso di nessuna droga o pianta allucinogena. Questo stato è invece raggiunto con l’uso della concentrazione, dal ritmo del tamburo e il canto!

Durante questo corso sperimentale i partecipanti potranno:

  • Focalizzare sull’ascolto di: respiro, movimento, invocazione/canti, battito cardiaco, la vibrazione del proprio corpo e l’insieme col battito della Madre Terra sostenuti dal ritmo del tamburo/sonaglio
  • Imparare la technica per indurre l’estasy e lo stato sciamanico di trance.
  • Imparare da spiriti e nodi che causano malattia e sfortuna, e come pacificare ed onorare loro con l’aiuto dei metodi sciamanici.
  • Creare la khadga puja: il passaggio di guarigione e purificazione dei riti creando il mandala personale e lavorando con questo mandala.
  • Sperimentare la cerimonia sciamanica del fuoco per riconcigliarsi col passato e creare un futuro vibrante.
  • Imparare l’uso pratico degli elementi nelle pratiche sciamaniche di guarigione.
  • Sperimentare i processi sciamanici nepalesi di purificazione degli irretimenti spirituali esterni; reallineare e harmonizzare I livelli di energia la protezione spirituale.
  • Fare viaggio di diverso tipo e a diversi livelli.
  • Asoltare il racconto di miti e di storie di guarigione.
  • Ricevere l’iniziazione ed il potenziamento nel sentiero (l’iniziazione è l’inizio del sentiero o del cammino, non la fine!).

Bhola Nath Banstola

Il corso, introduce allo sciamanesimo, che fonde l’antica saggezza con le aspirazioni della vita contemporanea e  la cui pratica indirizza la persona su un sentiero di crescente consapevolezza.

Lo sciamanesimo – antica via di conoscenza – è una pratica attuale che, basandosi su simboli e archetipi, permette un collegamento con la parte antica della mente, il recupero dell’energia, della profondità dell’anima.

Diventare “moderni sciamani” restituisce autenticità alla nostra esistenza, per scoprire il senso trascendentale della vita, per affrancarci dalla rigidità degli schemi mentali, per diventare alchimisti delle nostre energie.

Bhola Nath Banstola è uno sciamano nepalese per tradizione familiare. Ha conseguito la laurea in antropologia culturale e in medicina naturale, che gli permette di essere un ponte fondamentale fra l’antica cultura sciamanica e la nostra civiltà occidentale in collaborazione con la moglie Mariarosa Genitrini, studiosa della cultura nepalese, partecipa a congressi internazionali e tiene corsi in Europa, Asia e U.S.A. accompagnano gruppi in viaggi culturali in Nepal e India.

Mariarosa Genitrini (Mimi) è un’insegnante e studiosa della cultura e delle tradizioni orientali. Da più di 20 anni frequenta l’area himalayana per una ricerca sulla tradizione sciamanica. La sua esperienza le permette di essere un valido collegamento tra la cultura occidentale e quella orientale. Insieme al marito Bhola conduce i corsi sullo Sciamanesimo e partecipa a congressi internazionali. Scrive articoli sullo Sciamanesimo.

Posti limitati

Luogo: Centro Lungta

Prezzo: CHF 220.-

Orari:

sabato dalle 9.30 alle 18.00

domenica dalle 9.30 alle 16.00

iscrizione

di più

Giocaverde 2014

La festa per le famiglie a la scuola Rudolf Steiner di Locarno!

Quest’anno anche due versione:

con sole Giocaverde%20-%20mailing

con pioggia

Giocaverde%20brutto%20tempo%20-%20mailing

maggiori informazioni

Nell’ambito del progetto degli elementi, ci ingaggiamo in Nepal.

Orfanatrofio per minoranze etniche e scuola alternativa in Nepal

stato attuale circa 77 m. sponsorizzati! (18.1.2012) su un totale di 120m…

« If you can dream it, you can do it ! »

Investire per un futuro migliore in Nepal! Ecco una nuova sfida! Con molto piacere in quest’ anno dell’elemento Terra al centro Lungta (vedere il progetto degli elementi) lanciamo un appello speciale per sponsorizzare dei metri quadri di terra in Nepal. Non si tratta di diventare investitori all’estero, ma di permettere con questo gesto ad un nuovo progetto di vedere la luce.

ANKURAN il nome di questo progetto significa « seme germogliante ».

Ci ingaggiammo veramente con tanta gioia a sostenere gli sforzi di Deborah Jakob per concretizzare una nuova scuola in Nepal. Deborah è stata la maestra di una delle nostre figlie per tanti anni belli. Questo ci ha permesso di scoprire i suoi talenti di maestra e di musicista, ma anche di seguire la nascita e la crescita dal progetto ANKURAN dall’inizio. In questo modo abbiamo anche fatto conoscenza di Krishna Gurung, fondatore dalla Kevin Rohan Memorial Foundation, un uomo che rimane per noi un modello molto ispirante.

Investire in questo progetto significa dare un futuro migliore per bambini orfani di minoranze etniche meno privilegiate, ma anche e soprattutto, valorizzare la cultura e le tradizioni di queste minoranze. Il progetto è innovatore, nel senso che si propone di dare un insegnamento basato sui valori nepalesi in un paese dove il sistema scolastico è attualmente basato su conoscenze occidentali senza preoccuparsi di essere in coerenza con il posto. Al Lungta, sappiamo bene quanto è importante curare le proprie radici per permettere una crescita sana ed armoniosa.

Il costo è di CHF 240 .- per metro quadro di terreno, la costruzione del primo piano compresa, per una superficie totale di 120 metri quadri. La sfida è di trovare gli sponsor in un tempo cortissimo, visto che si deve riuscire a comprare il terreno entro il 24 gennaio 2012.

Si cercano 45 sponsor per un metro quadro e 15 sponsor grandi per 5 metri quadri.

Siete invitati a leggere più informazioni sul sito internet della Kevin Rohan Memorial Eco Foundation  o di leggere qui la lettera di presentazione del progetto e il rapporto dell’ultimo soggiorno nepalese di Deborah Jakob.

I vostri doni possono essere effettuati direttamente alla Kevin Rohan Memorial Eco Foundation in Nepal menzionando il progetto ANKURAN, o sul conto bancario di Deborah Jakob in Svizzera menzionando “terreno per Ankuran”: Deborah Jakob, Locarno, conto postale: 17-461889-3, oppure IBAN CH74 0900 0000 1746 1889 3, codice BIC POFICHBEXXX

Ma siccome sappiamo che sono i piccoli ruscelli a formare i grandi fiumi e che siamo fiduciosi nel fatto che siamo capaci di affrontare questa sfida assieme, vi proponiamo di versare le somme più piccole (anche molto piccole) sul conto dell’associazione degli Amici del Lungta, sempre menzionando il progetto ANKURAN.

Auguriamo a tutti di realizzare i propri sogni, come lo propone ANKURAN!

Riscoprire la voce delle piante

In passato, chi usava le piante medicinali non ne conosceva le proprietà chimiche. L’erborista tradizionale aveva un contatto intimo e profondo con il mondo vegetale, un contatto che oggi è andato perduto. Ma c’è chi riscopre questo dialogo sottile…

seguite questo link per leggere tutto: Riscoprire la voce delle piante

un intervista di Florinda Balli – Gente Sana  Mutamenti – aprile 2011

http://www.gentesana.ch/documenti/GSaprile11.pdf

Saggezza multicolore

Tutto intorno a noi troviamo delle perle di saggezza: gli avvenimenti che ci accadono per aiutarci a crescere, i piccoli e grandi insegnamenti della vita di tutti i giorni e quelli straordinari… tutto intorno a noi … e in noi… avvengono dei processi che stimolano la nostra ricerca per raggiungere più coscienza, armonia, libertà o di tutte le altre qualità indispensabili alla nostra gioia profonda.

In tutto il mondo mille tradizioni si completano ed offrono, ognuna nella sua specificità, le chiavi per sostenerci nella nostra ricerca. Con il nostro programma al centro Lungta, abbiamo cercato di diversificare le direzioni per permetterci di affinare gli strumenti che ci rendono indipendenti, ma anche e soprattutto, per rendere palpabile l’essenza di ognuna di esse.

In questo inizio d’anno 2011 la nostra idea è di offrire una vasta scelta di incontri e/o insegnamenti, profondamente legati ai valori tradizionali, con la visione di cammini che si incrociano per concretizzare dei meravigliosi tappeti, caldi e multicolori, al centro delle nostre vite.

È la partecipazione di ognuno ed ognuna di voi che amplifica gli insegnamenti fino a renderli delle vere perle. Questa componente inaspettata del “campo d’energia” nasce da questi scambi, ci tocca molto ed è con profonda gratitudine che vi ringraziamo.

Più che mai sentiamo il bisogno di dare la parola alle tradizioni ancestrali, per rinforzare le nostre radici e il nostro cuore. Abbiamo bisogno di essere nutriti al centro del nostro essere da questa saggezza, ma è il nostro ascolto che mantiene vive queste conoscenze e questo dialogo. È questa attenzione alla luce dei mormorii ancestrali, che può aprire in noi un reale spazio di libertà, per permetterci di esprimere il nostro potenziale in totale creatività e secondo la nostra fantasia.

vedere il programma

I Shyrdaks – tappeti in feltro kirghisi

La parte kirghisa dell’esposizione sulla lana prosegue nella yurta, siete benvenuti su appuntamento nel corso delle prossime manifestazioni al centro Lungta.

Dopo il successo riscosso dai cappelli kirghisi lo scorso anno, avremmo tanto desiderato ricevere ancora qualcuno di questi gioiosi modelli. Purtroppo (per noi), la cooperativa che li produce ha incontrato degli sbocchi sul mercato tedesco, e stranamente, il conseguente adattamento è stato di togliere motivi e simboli. In breve, bisognava comprendere che il mercato europeo preferiva degli articoli meno carichi di senso.

Rattristati da questi sviluppi ci siamo orientati verso un’altra cooperativa, dall’incantevole nome “dita d’oro”, che ci ha fornito in passato dei piccoli oggetti e sulla quale esiste pure un documentario girato nelle montagne ticinesi. La cooperativa produce anche grandi tappeti e ci siamo decisi ad incontrarli da vicino. Ed è così, che dopo numerose tribolazioni, i shyrdaks sono finalmente arrivati, un giorno prima dell’inizio dell’esposizione! Che meraviglia!

È un vero insegnamento che questi incredibili tappeti ci trasmettono. I motivi dai profondi significati simbolici, come i cristalli di ghiaccio del prof. Masaru Emoto, caricano tutto quanto li circonda con la forza che li anima. Questi shyrdaks ci ricordano che numerose tradizioni collegano la bellezza e l’armonia alla guarigione, al di là delle mode del momento. È veramente bello trovarsi in presenza di oggetti artigianali che spargono intorno il profumo di un mondo che ha tempo di creare delle opere cariche di senso. È pure un’occasione per ricordarsi del valore di ciò che è fatto a mano e, come consumatori, abbiamo la scelta d’investire la nostra energia secondo quanto il nostro cuore desidera.

Abbiamo tutti qualcosa da imparare da questo lavoro di pazienza collettiva, da tutte queste piccole cose messe insieme che uniscono i simboli al calore della lana e dallo zampillio di fantasia che si concretizza in tappeti volanti dalla potente energia…

Saggezza ancestrale

La medicina convenzionale, altamente tecnicizzata e legata ad una visione meccanica del corpo, si rivela molto efficace in casi d’emergenza, ma fatica a rispondere ai disordini che nascono da un malessere piuttosto che da una malattia vera e propria. L’arte della guarigione tradizionale per contro ha la particolarità di prendere in considerazione l’essere con tutte le sue dimensioni: familiare, culturale, emozionale, spirituale…

Convinti delle meravigliose possibilità di reciproco arricchimento tra le antiche vie di guarigione e gli aspetti più evoluti del sapere scientifico, è nostro desiderio contribuire agli scambi e alla conoscenza.

Un gran numero di messaggeri della tradizione ancestrale si impegna affinché le sue conoscenze siano alla nostra portata. È importante prestare loro ascolto per uscire dalla carreggiata nella quale si trova la nostra società consumistica. L’era dello sviluppo materiale ci mostra i suoi limiti. Diviene urgente una crescita interiore per ritrovare un modo di pensare legato al cuore a al sacro. 

È ricollegandoci a queste radici profonde che siamo in grado di scoprire la nostra leggenda personale, in un quadro capace di nutrirci, pur avendo bisogno del nostro contributo.  

I seminari e le formazioni proposte presso il centro Lungta hanno come scopo di sostenere questa esplorazione e di permettere a ciascuno di raggiungere, in totale autonomia, un benessere portatore di armonia.

Vi invitiamo dunque a viaggiare nel nostro programma e vi auguriamo di trovare un cammino che sia in risonanza con le vostre più profonde aspirazioni.

programma


Informazioni con un click!

15-17 febbraio, Vivere il mandala, sperimentare la risonanza nel proprio corpo… Atelier di Lu Jong a Mergoscia

6-8 settembre - Purificazione secondo la medicina tibetana a Riversong, Bex, Svizzera

16 settembre 2019 - Inizio prossima formazione per insegnanti di Lu Jong - yoga di guarigione tibetano

Viaggio di Lu Jong e medicina tibetana, India del Nord

in preparazione workshop con SEDAA

ALTRI BLOG DEL LUNGTA

per un mondo d' abbondanza, percorsi attorno alla nascita

A proposito

Lungta : "Il cavallo del vento" è un antico simbolo tibetano. Sventolando al vento i «Lungta» emettono continuamente delle energie curatrici. Il « vento » è onnipresente e dà vita e coscienza alla materia.
di piu...

Immagini di Mergoscia (con un click su l’immagine!)

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Segui assieme ad altri 46 follower

Annunci